Cioran, il giovane hitleriano

Nel 2009 viene tradotto per la prima volta in francese uno dei libri più discussi di Cioran: “Schimbarea la fata a Romaniei” del 1936.
Il Corriere della Sera ne propose un breve estratto che, pur essendo già noti i contenuti, sorprese allora non pochi e continuerà a sorprendere ancor oggi tanti intellettuali e lettori appassionati.

Su questo aspetto ritornerò più volte, anche perché la questione è delicata e complessa.

Dovrei dire, come sempre in questi casi, “bisognerebbe contestualizzare lo scritto” ma preferisco piuttosto sottolineare l’estremo pudore con cui Cioran parlerà di questo scritto: non rinnegherà nulla del suo passato -come tanti ipocriti e opportunisti hanno fatto o avrebbero potuto fare- e lo riterrà più che altro un conturbante effetto del proprio entusiasmo giovanile. Leggi il resto dell’articolo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: