Quel cretino di Cioran

Curioso articolo questo dell’on. Vertone Saverio (tra l’altro recentemente scomparso) scritto nel 1993 sul Corriere della Sera.
Non so se per pregiudizio verso un autore considerato di destra (Vertone era comunista) oppure per sincera opinione personale.
Emerge un quadro di Cioran singolare, dove si intravede una genialità alternata alla “cretinaggine” (!): opinione difficilmente condivisibile, così come quella di ritenere Cioran “banale” e “snob”, un “anacoreta in frac” (ma siamo sicuri che si tratti dello stesso Cioran? quello turbato dalla perdita dello status di studente perché non avrebbe più potuto mangiare alla mensa universitaria?)
Un giudizio espresso tuttavia quasi con timore :
“Attribuire a Cioran il dono della stupidità puo’ sembrare azzardato “.
Lanciandosi successivamente in elucubrazioni azzardate:
“dove c’è intelligenza la cretineria le farà inesorabilmente il verso riproducendosi con la prolificita’ dei topi”.
Concordo.

IMBARAZZANTI BANALITA’ E VUOTI LUOGHI COMUNI NEI ” SILLOGISMI DELL’ AMAREZZA ” EDITORE ADELPHI

CIORAN, PERFETTO GENIALE CRETINO? Leggi il resto dell’articolo

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: