Cioran e la morte dell’utopia

"Quand'è che la gente si agita? Quando crede nell' avvenire: è questa l'utopia. Ma quando si dubita dell'avvenire, quando la gente non trova risposta ai propri interrogativi, allora l'utopia è praticamente impossibile." Cioran, in questa intervista comparsa nel 1988 ne "La Repubblica", rilasciata a Benedetta Craveri, non parla in realtà soltanto del tema dell'utopia. Ci … Leggi tutto Cioran e la morte dell’utopia

Il sotto-dio

Rimanendo in tema di primi articoli su Cioran in Italia, questo di Alfredo Giuliani (scrittore del movimento "Gruppo 63") penso sia uno dei più validi. Ha intuito infatti pienamente le potenzialità dello scrittore rumeno, dandone alcune definizioni illuminanti. Dirà infatti: "Questo scrittore scioglie i grassi del pensiero, dissolve gli acidi dei sentimenti, ci rende più leggeri" … Leggi tutto Il sotto-dio

Cioran, misantropo appassionato

L'articolo più "antico" che ho trovato in internet su Cioran è stato pubblicato a fine del 1979 da La Stampa e scritto da Guido Ceronetti. Cioran qui è considerato autore pressoché "ignoto" e dal "viso buono" (?!). L'articolo affronta in particolare il pensiero di Cioran sulla Russia; pensiero che svilupperà successivamente in "Storia e utopia". … Leggi tutto Cioran, misantropo appassionato